Arrivano altri “multometri”

Arrivano altri “multometri”

Saranno collocati uno all’intersezione tra viale Regina Margherita e via Catania, l’altro tra le vie Chiabrera, Satta e Giangi. Si aggiungono ad altri già in funzione ai semafori, uno in corso di posizionamento fra via della Gazzella e la Superstrada di San Marino. Poi ci sono le postazioni fisse e mobili con autovelox e lo scout speed.

Campo minato. Arrivano altri due impianti per la rilevazione automatica delle infrazioni al codice della strada. Saranno posizionati uno all’intersezione tra viale Regina Margherita e via Catania, l’altro tra le vie Chiabrera, Satta e Giangi, “entrambi scelti sulla base dei dati di incidentalità rilevati dalle statistiche” fa sapere l’assessore Jamil Sadegholvaad. Tutto per il nostro bene. Perché nei primi tre mesi del 2019 si riscontra una media di “dieci violazioni al giorno” per quanto riguarda le infrazioni semaforiche registrate dalle telecamere dei sistemi di rilevamento automatico posizionate sulle intersezioni cittadine. In totale 836 infrazioni e per arginare “uno dei pericoli più gravi presenti sulle strade cittadine (l’attraversamento con il rosso) per essere tra le maggiori cause del verificarsi di incidenti spesso assai gravi oltre che per le cose per le persone”, chiarisce l’amministrazione comunale senza però fornire il dato degli incidenti gravi, via con nuovi “spenna automobilisti”. Ma è solo per aiutarci a restare in salute, non per favorire anche flussi in entrata nelle mai sazie casse comunali.
“E’ soprattutto per questo, per la crescita del tasso di sicurezza sulle strade comunali – è il commento dell’assessore alla Sicurezza Jamil Sadegholvaad – che il Comando di Polizia municipale ha avuto risorse e input per ampliare ancora la dotazione della città di sistemi di rilevamento automatico delle infrazioni semaforiche che a breve, dopo quello posizionato sull’impianto che regola la viabilità tra le vie Beltramini – Sacramora – Morri entrato in funzione nell’agosto scorso e al sistema di controllo che i Lavori pubblici dopo il beneplacito di Anas stanno posizionando sulla Superstrada di San Marino e via della Gazzella, si doterà di due nuovi impianti”.
Fra autovelox fissi e sistema “Parvc” ai semafori, la selva di rilevatori stenderà una fitta rete di controlli in una decina di punti strategici. Ai quali si aggiungono le postazioni mobili e in particolare lo scout speed.