Hotel Delle Nazioni: San Giuliano non ringrazia

Hotel Delle Nazioni: San Giuliano non ringrazia

E' il bubbone di un'area ormai ampiamente riqualificata: Darsena, Lido San Giuliano e Parco Briolini.

San Giuliano di Rimini, anno 2010. La stampa locale riporta con compiaciuto risalto l’imminente ristrutturazione dell’Hotel Delle Nazioni in via Ortigara 37. Ce n’è motivo.

La zona compresa tra via Sinistra del Porto e la sponda destra del Fiume Marecchia è divenuta il salotto di pregio della città. La Darsena, il Lido San Giuliano e il Parco Briolini non possono permettere che il decadente albergo a tre stelle rovini la panoramica d’insieme. I quindici milioni e passa del preventivo di spesa annunciano che sarà un hotel di lusso. Ci voleva!

San Giuliano, anno 2011. L’Hotel delle Nazioni è usato come deposito di refurtiva da ladri di rame. Denunciati un bulgaro, un napoletano e un nomade macedone.
2012: la questura di Rimini scopre un dormitorio. Sgombero. Sempre lì.
2014: si ripresenta puntualmente il problema dell’anno precedente.
2015: trovate biciclette rubate, tracce di droga e un clandestino nell’hotel…
2016: è un bivacco per immigrati irregolari, vagabondi e sbandati… il solito Hotel…
2017… ’18… ’19… ’24… ’37… La Storia Infinita?

Questa rubrica nasce per porre l’attenzione sulle piccole e grandi brutture, gli sfregi al patrimonio ambientale, i molti edifici trascurati (talvolta totalmente abbandonati) della nostra città. Spesso si trovano in pieno centro o nella “vetrina” turistica di Rimini. Non è disfattismo, è amore per la città bella, perché solo accendendo i riflettori sulle brutture c’è la speranza che si possano sanare le “ferite” inferte sia per mano pubblica che privata. Allinearsi al ribasso, giustificare il brutto e arrendersi all’incuria e al degrado urbano, equivarrebbe ad una sconfitta. E se ha perso la città, per dirla con Niccolò Fabi, abbiamo perso un po’ tutti noi. Ci occuperemo anche del bello, di tutto quello che merita di essere segnalato. Coinvolgeremo molto volentieri quanti vorranno inviarci materiale fotografico interessante sull’argomento: redazione@riminiduepuntozero.it