Il nuovo prefetto di Rimini è donna, esperta in protezione civile, droghe, immigrazione e mafia

Il nuovo prefetto di Rimini è donna, esperta in protezione civile, droghe, immigrazione e mafia

Dall'agosto del 2011 ad oggi è stata prefetto di Pavia e prima a Lodi. Giuseppa Strano (nella foto) prende il posto di Claudio Palomba, che va a Lecce

Dall’agosto del 2011 ad oggi è stata prefetto di Pavia e prima a Lodi. Giuseppa Strano (nella foto) prende il posto di Claudio Palomba, che va a Lecce.
Arriva a Rimini in un momento caldo, non solo dal punto di vista climatico, e dovrà subito occuparsi della vicenda Coconuts. Nata a Catania, classe 1952, è laureata in giurisprudenza con abilitazione alla professione forense, ed ha iniziato la carriera alla prefettura di Messina, dove fra l’altro è stata responsabile del servizio prevenzione e repressione delle tossicodipendenze, dirigente dell’ufficio provinciale di Protezione Civile e corrispondente dell’Alto Commissario per il coordinamento della lotta contro la delinquenza mafiosa. Nel 1991 ha diretto l’esercitazione di protezione civile denominata “Vulcano 91” nella quale è stata effettuata l’evacuazione dell’isola di Vulcano nelle Eolie.
E’ stata vice prefetto vicario a Modena, Lucca e Genova. E’ stata anche componente della commissione straordinaria per la gestione del Comune di Burgio, in Sicilia, sciolto per infiltrazioni della delinquenza mafiosa. Sui temi della repressione delle tossicodipendenze, protezione civile, regolamentazione del diritto di sciopero e fenomeno migratorio, ha svolto relazioni in vari convegni in Italia e all’estero. E Rimini sembra essere la “piazza” giusta per un prefetto con le competenze di Giuseppa Strano. La prima donna prefetto a Rimini.