Il premier Matteo Renzi sarà al Meeting di Rimini

Il premier Matteo Renzi sarà al Meeting di Rimini

Il presidente del consiglio Matteo Renzi ha risposto positivamente all'invito del Meeting di Rimini. Che ci fossero buone possibilità, l'avevamo antic

Il presidente del consiglio Matteo Renzi ha risposto positivamente all’invito del Meeting di Rimini. Che ci fossero buone possibilità, l’avevamo anticipato il giorno stesso del viaggio romano della presidente della Fondazione Meeting, Emilia Guarnieri, avvenuto martedì mattina. Dopo il gran rifiuto dello scorso anno, stavolta il premier ha detto si e adesso a Rimini si preparano nei dettagli la visita e gli incontri legati a questo importante appuntamento. Nei padiglioni della Fiera dal 20 al 26 agosto sfileranno anche diversi ministri (si parla di Pier Carlo Padoan, Paolo Gentiloni e Giuliano Poletti, ma altri potrebbero aggiungersi), a testimoniare il legame ormai strettissimo fra la Compagnia delle Opere e il governo Renzi.
Italia Oggi ha ripreso la notizia di Rimini 2.0: “Il Meeting di Rimini torna alla carica per cercare di portare sul proprio palco il premier Matteo Renzi. In vista della conferenza stampa di oggi a Roma per la presentazione ufficiale della 36° edizione in programma dal 20 al 26 agosto, la presidente della Fondazione Meeting per l’Amicizia tra i popoli, Emilia Guarnieri, due giorni fa ha incontrato il presidente del consiglio per invitarlo di persona a prendere parte alla storica kermesse ciellina. Lo riporta il portale di informazione locale riminiduepuntozero.it, secondo il quale al momento i ministri che avrebbero assicurato la loro presenza a Rimini sono Pier Carlo Padoan (Economia), Paolo Gentiloni (Esteri) e Giuliano Poletti (Welfare), quest’ultimo in particolare legato da uno stretto rapporto con i vertici della Compagnia delle opere, risalente alla sua precedente esperienza di presidente nazionale di Legacoop”. E aggiunge: “A tessere le fila delle relazioni con Palazzo Chigi non sono più i parlamentari di area ciellina, nemmeno l’ex ministro Maurizio Lupi; sono infatti due concittadini di Renzi i nuovi pontieri tra lui e il mondo di Cl, due fiorentini come Raffaele Tiscar, vicesegretario generale alla presidenza del Consiglio dei ministri, e il sottosegretario Ncd all’Istruzione, Gabriele Toccafondi, con il quale proprio Renzi partecipò nel 2008 al Meeting. Non è finita, perché – rilancia riminiduepuntozero.it – una pedina fondamentale è rappresentata anche dal sindaco di Firenze, il renzianissimo Dario Nardella, presente l’anno scorso alla kermesse di Cl in Riviera romagnola. La moglie del primo cittadino, Chiara Lanni, gravita infatti nell’ambito della Cdo, in particolare per i servizi educativi all’infanzia”.