Il tesoretto della Fondazione Carim: circa 5 mln di euro il valore delle opere d’arte depositate ai Musei comunali

Il tesoretto della Fondazione Carim: circa 5 mln di euro il valore delle opere d’arte depositate ai Musei comunali

Soprattutto a partire dagli anni 90, con la presidenza Chicchi, la Fondazione Cassa di Risparmio ha acquisito al proprio patrimonio decine e decine di opere d'arte di notevole valore, legate a Rimini, riportandole a casa da aste in giro per il mondo. Gran parte di questi tesori sono depositati ed esposti al Museo della Città. Invece, con l'arrivo di Crédit Agricole, che fine hanno fatto i dipinti che appartenevano a Carim? Fra questi c'è anche la preziosa "Sacra conversazione" di Lattanzio da Rimini.

La Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini è diventata povera: per incamerare un po’ di risorse è stata costretta a vendere tutte le azioni che deteneva in Crédit Agricole, portando a casa poco meno di 5 milioni e mezzo di euro. Dispone di beni immobili, che però non è facile vendere. Nel 2019 avrà a disposizione per il sostegno ai suoi tradizionali settori di intervento solo 210 mila euro. Nel 2015 distribuiva fra sostegno al volontariato e beneficenza, arte, istruzione e sviluppo locale, 1.300.000 euro, e molto di più negli anni passati.

Ma quando la Fondazione era un ente in salute, che incassava i dividendi di una banca Carim che girava a pieni giri, acquisì al suo patrimonio (in particolare a partire dagli anni 90) decine e decine di opere d’arte, parecchie di grande valore anche economico: dipinti, medaglie, tante ceramiche. In gran parte sono depositate ed esposte ai Musei comunali. Fra queste ci sono “l’Incoronazione della Vergine, Santi, scene della Passione e morte di Cristo” di Giuliano da Rimini, il cui valore nell’inventario dei Musei comunali viene quantificato in 1 milione di euro, “La Crocifissione” di Bitino da Faenza, magnifica cuspide di un polittico sacro andato perduto, 200mila euro, un “San Giovanni Battista” valutato 100mila euro di Lattanzio da Rimini. Ci sono anche il famoso “Cristo crocifisso”, o Crocifisso “Spina” (perché proveniente dalla collezione privata dei Conti Spina), di anonimo riminese del secolo XIV (300mila euro) e le “Storie della passione di Cristo” di Giovanni Baronzio (750mila euro).

I dipinti trecenteschi fanno la parte del leone e fra questi svetta il citato polittico di Giuliano da Rimini, eseguito intorno al 1320. Prima di approdare a Rimini era appartenuta al duca di Norfolk e si trovava in Inghilterra a Carlton Towers: il 13 dicembre 1996 fu acquistata dai riminesi all’asta di Christie’s a Londra.
L’elenco lo pubblichiamo di seguito. Probabilmente non è completo. Manca ad esempio il prezioso “Compianto sul Cristo” (1513-1514 ca.) di Benedetto Coda che la Fondazione ha acquisito nel 2015. E’ ovvio che i valori citati, che danno un totale di 4 milioni e 300 mila euro (senza il “Compianto sul Cristo”), sono indicativi e se le opere dovessero essere messe in vendita verrebbero quantificate molto di più.

A Palazzo Buonadrata c’è un’altra parte della collezione d’arte della Fondazione, alcuni “pezzi” sono molto quotati, come il “Battesimo di Cristo” di Marco Palmezzano, “San Giovannino” di Guido Cagnacci, la “Madonna con bambino e San Giovannino” di Bernardino Zaganelli o la “Natura morta con cappone” di Nicola Levoli.
Il volume Dal Trecento al Novecento. Opere d’arte della Fondazione e della Cassa di Risparmio di Rimini, a cura di Pier Giorgio Pasini, le cataloga tutte. Opere d’arte della Cassa di Risparmio di Rimini? Esatto, anche Carim ha investito dei bei soldoni per riportare a casa le opere di autori riminesi.

Ma se tutto il tesoro della Fondazione può dirsi al sicuro, e con esso la grande ricchezza culturale che ormai fa parte del patrimonio della città, che ne è stato delle opere d’arte di proprietà di banca Carim col passaggio a Crédit Agricole? Sempre nei Musei comunali si può ammirare la “Sacra conversazione” di Lattanzio da Rimini (immagine in alto), che fu acquistata da banca Carim nel 1993 ad un’asta a Lucerna e la cui proprietà, non essendo stata “trasferita” dalla banca alla Fondazione prima del passaggio di mano dello storico istituto di credito di Rimini, dovrebbe essere passata a Crédit Agricole. Lo stesso dicasi per tutti i quadri che erano appesi alle pareti della sede di piazza Ferrari, comprese diverse stampe antiche di Rimini del 700 e 800. In questo caso, invece, Rimini è diventata più povera.

Giuliano da Rimini, “l’Incoronazione della Vergine, Santi, scene della Passione e morte di Cristo”

Il deposito della Fondazione e di banca Carim ai Musei comunali (secondo l’inventario della Museo della Città):

Giuliano da Rimini: Polittico, Incoronazione della Vergine e 4 santi, 1320, Deposito Fondazione CARIM 1998, 215×240, tavola (in 3 parti con cornici ottocentesche), € 1.000.000,00.

Pittore riminese: Crocefisso “Spina”, 1350, Deposito Fondazione CARIM 1991, Tempera su tavola, € 300.000,00.

Pietro da Rimini: Resurrezione, 1325 circa, Deposito Fondazione CARIM 1998, 17,2×9,7 tavola, € 100.000,00.

Pietro da Rimini: Noli me tangere, 1325 circa, Deposito Fondazione CARIM 1998, 17,2×9,7, tavola, € 100.000,00.

Giuliano da Rimini: Volto di Cristo, 1325, Deposito Fondazione CARIM 2002, 28,8×23,2, Fr. di tavola, € 100.000,00.

Matteo de’ Pasti: Medaglia di Sigismondo, R.Busto di Sig/V. Castello XV, Deposito Fondazione CARIM, 7,9, Bronzo. € 5.000,00.

Matteo de’ Pasti: Medaglia di Isotta, R.Busto di I/V. Elefante, XV, Deposito Fondazione CARIM 2002, 8,4, Bronzo, € 5.000,00.

Giovan Francesco da Rimini: La Madonna, framm. di croce dipinta 1441-1470, Deposito Fondazione CARIM, 1990, 69×34, Tempera su tavola, € 100.000,00.

Giovan Francesco da Rimini: San Giovanni Evangelista, framm. croce dipinta 1441-1470, Deposito Fondazione CARIM, 1990, 69×34, Tempera su tavola, € 100.000,00.

Lattanzio da Rimini: San Giovanni Battista, 1485-1527, Deposito Fondazione CARIM, 1990, 120×50, Tempera su tavola € 100.000,00.

Girolamo Marchesi da Cotignola: Santo Vescovo, 1480-dopo 1531, Deposito Fondazione CARIM, 1990, 87×47, Tempera su tavola, € 100.000,00.

Zaganelli Francesco: La Veronica, 1475-1532, Deposito Fondazione CARIM, 1990, 48×37, Tempera su tavola, € 100.000,00.

Anonimo: Boccale “maiolica arcaica” con decorazione paesaggistica XIV, Deposito Fondazione CARIM 1990, h 21,5, diam. piede 10,5, ceramica smaltata, € 8.000,00.

Anonimo: Boccale “maiolica aracaica” con BMB in bruno, XIV, Deposito Fondazione CARIM 1990; diam. piede 9,5, Ceramica smaltata € 8.000,00.

Anonimo: Boccale “maiolica arcaiaca” con G in verde rame-brun, XIV, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 10,5, Ceramica smaltata, € 3.000,00.

Anonimo: Boccale dipinto in blu e manganese, XV, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 10, Ceramica smaltata, € 4.000,00.

Anonimo: Boccale con busto femminile dipinto in zaff. e mang., XV, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 10,5, ceramica smaltata, € 4.000,00.

Anonimo: Boccale stemma a bande scaccate, XV, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. pede 9, Ceramica smaltata (zaffera e manganese), € 4.000,00.

Anonimo: Boccale con K (scarto cottura?), XV, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 10, Ceramica smaltata, € 4.500,00.

Anonimo: Boccale con K entro scudo “gotico” a bacche, XV, Deposito Fondazione CARIM 1996, Ceramica smaltata (ramina e manganese), € 6.000,00.

Anonimo: Boccale con K entro scudo “gotico” a bacche, XV, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 9,5, Ceramica smaltata (zaffera e manganese), € 4.500,00.

Anonimo: Boccale con bande oblique e foglie entro serto, XV, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 9, Ceramica smaltata (zaffera e manganese), € 4.000,00.

Anonimo: Boccale con stemma inquartato in scudo “gotico”, XV, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 10,5, Ceramica smaltata (zaffera e manganese), € 5.000,00.

Anonimo: Boccale con fiore stilizzato su base a dentelli, XV, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 11, Ceramica smaltata (zaffera e manganese), € 4.000,00.

Anonimo: Boccale con tralcio di foglie di quercia, XV, Deposito Fondazione CARIM 1996, Ceramica smaltata “a zaffera a rilievo”, € 6.000,00.

Anonimo: Boccale con trigramma bernardiniano, XV seconda metà, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 11, Ceramica smaltata in azzurro e rosso, € 7.000,00.

Anonimo: Scodella con “girandola a monticelli” nel cavetto, XV, Deposito Fondazione CARIM 1996, diam. 20, Ceramica smaltata, € 5.000,00.

Anonimo: Ciotola con “girandola a monticelli” ed ali correnti, XV, Deposito Fondazione CARIM 1996, diam. 13, Ceramica smaltata (restaurato), € 1.000,00.

Anonimo: Piatto a larga tesa con simbolo IHS, XV, Deposito Fondazione CARIM 1996, diam. 13,5, Ceramica smaltata, € 7.000,00.

Anonimo: Boccaletto con stemma fam. Cinquedenti, XV-XVI, Deposito Fondazione CARIM 1996, Ceramica smaltata (restaurato e integrato), € 13.000,00.

Anonimo: Calamaio a foggia di uomo a cavallo, XV, Deposito Fondazione CARIM 1996, Ceramica graffita (restaurato e integrato), € 30.000,00.

Anonimo: Boccale con ornato a graticcio, XV seconda metà, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 10, Ceramica smaltata in azzurro e rosso, € 5.000,00.

Anonimo: Tazza biansata con ornato a graticcio, XV seconda metà, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 5,5, Ceramica smaltata in vari colori, € 1.500,00.

Anonimo: Boccaletto con motivo “a cartoccio”, XV seconda metà, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 7,5, Ceramica smaltata in vari colori, € 2.500,00.

Anonimo: Piatto da portata motivo “a cartoccio”, XV seconda metà, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. max 30, Ceramica smaltata in vari colori, € 2.000,00.

Anonimo: Boccale con dec. a “occhio di penna di pavone”, XV seconda metà, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 10, Ceramica smaltata in vari colori, € 8.000,00.

Anonimo: Piatto con dec. “a occhio di pavone”, XV seconda metà, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. Max 22,5, Ceramica smaltata in vari colori, € 4.000,00.

Anonimo: Piattino con dec. “a occhio di pavone”, XV seconda metà, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. Max 13,5, Ceramica smaltata in vari colori, € 2.000,00.

Anonimo: Piatto con “girandola a monticelli” nel cavetto, XV, Deposito Fondazione CARIM 1996, diam. 21,5, Ceramica smaltata, € 4.000,00.

Anonimo: Boccaletto con motivo “a cartoccio”, XV, Deposito Fondazione CARIM 1996 , Ceramica smaltata, € 4.000,00.

Anonimo: Boccale con busto muliebre di profilo, XVI, Deposito Fondazione CARIM 1996, Ceramica smaltata (restaurato e integrato), € 2.500,00.

Anonimo: Boccaletto con busto femm., XV seconda metà, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 7,8, Ceramica smaltata, € 8.000,00.

Anonimo: Boccale con busto muliebre di profilo azzurro, XV seconda metà, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 10, Ceramica smaltata, € 4.000,00.

Anonimo: Boccale con stemma a bande, XV seconda matà, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 10, Ceramica smaltata, € 4.000,00.

Anonimo: Boccale con stemma troncato dipinto, XV seconda metà, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 9,7, Ceramica smaltata, € 4.000,00.

Anonimo: Boccale con stemma troncato dipinto, XV seconda metà, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 9,6, Ceramica smaltata, € 4.000,00.

Anonimo: Boccalone con busto femminile, XVI fine, Deposito Fondazione CARIM 1990, 12,7, Ceramica smaltata, € 3.500,00.

Anonimo: Boccale con scena di porto, XVI fine, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 9,7, Ceramica smaltata, € 2.500,00.

Anonimo: Boccaletto con torre marina, XVI fine, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. Piede 8, Ceramica smaltata, € 2.000,00.

Anonimo: Boccale con stemma nobiliare (fam. Bandini?), XV, Deposito Fondazione CARIM 1996, Ceramica smaltata (restaurato), € 7.000,00.

Anonimo: Ciotola “alla porcellana” in monocromia turchina, XVI inizi, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. max 17,5, Ceramica smaltata € 2.000,00.

Anonimo: Piatto “alla porcellana”, busto virile, XVI inizi, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. piede 31, Ceramica smaltata, € 4.500,00.

Anonimo: Piatto con decorazione a foglie d’olivo XVI, Deposito Fondazione CARIM 1996, diam. 26,5, Ceramica smaltata (restaurato e integrato), € 2.000,00.

Anonimo: Piatto con lettera M nel cavetto, XV, Deposito Fondazione CARIM 1996, diam. 23,7, Ceramica smaltata a lustro, € 20.000,00.

Anonimo: Ciotola con motivo a stella dec. a quartieri, XVI, Deposito Fondazione CARIM 1996, 25,5, Ceramica smaltata, € 4.000,00.

Anonimo: Piatto con trofei e ghirlanda, XVI, Deposito Fondazione CARIM 1996, 20,5, Ceramica smaltata (smalto berettino), € 4.000,00.

Anonimo: Piattello con girandola a monticelli nel cavetto, XVI, Deposito Fondazione CARIM 1996, 18, Ceramica smaltata (ricomposto), € 2.500,00.

Anonimo: Piatto con stemma “Della Rovere” e dec. a trofei, XVI, Deposito Fondazione CARIM 1996, diam. 24, Ceramica smaltata, € 6.000,00.

Anonimo: Presentatoio al centro corteggio di religiose, fine XVI-inizi XVII, Deposito Fondazione CARIM 1990, diam. max 35,5, Ceramica smaltata, € 6.000,00.

Anonimo: Coppa modellata e umbonata, al centro un putto, XVI, Deposito Fondazione CARIM 1996, Ceramica smaltata, “compendiario”, € 25.000,00.

Anonimo: Anfora con anse serpentiformi, XVI, Deposito Fondazione CARIM 1996, Ceramica smaltata, “compendiario”, € 30.000,00.

Anonimo: Piatto a tesa istoriato con “Nascita di Eva”, XVI, Deposito Fondazione CARIM 1996, diam. 26, Ceramica smaltata, € 30.000,00.

Anonimo: Piatto istoriato con Dio che vieta ad Adamo ed Eva…, XVI, Deposito Fondazione CARIM 1996, diam. 30,5, Ceramica smaltata, € 30.000,00.

Anonimo: Coppa baccellata ed istoriata con Mosè, XVII, Deposito Fondazione CARIM 1996, diam. 27,2, Ceramica smaltata, € 30.000,00.

Anonimo: Tavoletta istoriata con “Ercole”, XIX, Deposito Fondazione CARIM 1996, 29×22, Ceramica smaltata di Castelli , € 20.000,00.

Anonimo: Tavoletta istoriata con episodio di Rimini romana, XIX, Deposito Fondazione CARIM 1996, 24×29,5 più cornice 32×38, Ceramica smaltata di Castelli, € 20.000,00.

Guido Reni: San Giuseppe con Gesù Bambino, 1575-1642, Deposito Fondazione CARIM, 1990, 95×75, Olio su tela, € 300.000,00.

Jacob van de Kerckhoven: Scena di cortile, 1640-c.1712, Deposito Fondazione CARIM, 1990, 190 x 287 x 9 (cornice), Olio su tela, € 200.000,00.

Pier Francesco Cittadini: Ritratto del conte Filippo Ricciardelli, 1662, Deposito Fondazione CARIM, 1991, 73×62,5, Olio su tela, € 100.000,00.

Giovanni Baronzio: Scene della passione di Cristo, XIV, Deposito Fondazione CARIM, 2006, 70×100, tempera su tavola, € 750.000,00.

Bitino da Faenza: Crocifissione, XV, Deposito Fondazione CARIM, 2009, 88,5×51,5, tempera su tavola, € 200.000,00.

Lattanzio da Rimini: Sacra conversazione, 1485-1527, Deposito CARIM, 1994, 75×57, Tempera su tavola, € 200.000,00.