Tracolli e trionfi elettorali a Rimini: 3300 voti di distanza fra Pd e Lega

Tracolli e trionfi elettorali a Rimini: 3300 voti di distanza fra Pd e Lega

Il Pd a Rimini ha polverizzato oltre 17 mila voti in 10 anni. Quando la Lega ne ha guadagnati quasi 10 mila. Dal 2013 al 2018 il partito di Salvini ha sbancato: quasi 14 mila voti in più. E tiene il fiato sul collo al Pd, sceso ai minimi storici.

Il Pd a Rimini ha perso oltre 17 mila voti in 10 anni. La Lega ne ha guadagnati quasi 10 mila nello stesso periodo. E solo passando dalle elezioni politiche del 2013 a quelle del 4 marzo, quindi in appena cinque anni, ne ha incassati quasi 14 mila in più. Osservare le montagne russe della linea rossa e di quella verde non lascia il minimo dubbio: il Pd è sceso ai minimi storici, la Lega ai massimi. Manca poco che il verde raggiunga il rosso.

Vogliamo fare anche qualche passo indietro nella storia elettorale della città di Rimini, limitandoci agli antenati del Pd e ai più prossimi predecessori di Matteo Salvini? Il Pci nel 1976 alla Camera si aggiudicava un malloppo di quasi 40 mila voti (39.451), pari al 45,75%. Nell’83 calava di poco: 38.680 consensi (43,01%).

Nel passaggio dal Pci al PdS il partito s’imbatte nel primo tonfo: perde infatti quasi 10 mila voti alle politiche del 1992 e precipita al 30,44%.

Nel 2006 vola l’Ulivo (Romano Prodi diventa presidente del Consiglio), che alla Camera macina 35.235 voti e supera il 38% e i Ds continuano a scendere, accontentandosi del 24,89%.

Nel 2008 il Pd (che era nato nell’ottobre dell’anno prima e la spinta propulsiva del nuovo soggetto politico risultava molto forte) tocca il cielo col 40,96% a Rimini (36.017 voti).

Le ultime due scadenze elettorali hanno eroso parecchio di quel bottino. Nel 2013 i voti diventano 26.008 (30.32%) e il 4 marzo scorso 18.337 (23,14%).

Se il Pd ha perduto per strada una grossa fetta del suo elettorato di sinistra, che non si fa più problema a votare Lega e Movimento 5 stelle, il partito di Salvini prima dell’ultimo exploit aveva toccato il picco a Rimini alle politiche del 1992: 6.528 voti (6,69%). Nel 2006 appena 1.969 voti (2,14%) e nel 2008 un altro buon risultato: 5.030 voti (5,72%). Nel 2013 magrissimo risultato:  1,51% (1.294 voti). Ma nel 2018 la percentuale è schizzata al 18,87% e i voti a 14.951. Alla Camera ci sono stati 3.386 voti di differenza fra Pd e Lega. Regina anche del centrodestra. Forza Italia ha ottenuto l’11,68%.