Il Metromare dei rinvii: per l’estate non decolla

Il Metromare dei rinvii: per l’estate non decolla

La metropolitana di costa resta ancora ai box. Per la stagione alle porte sul tracciato non correranno né i mezzi nuovi e né quelli vecchi. La notizia arriva dal consiglio comunale in corso.

“Chiedo di sapere se il servizio di Trc riuscirà a partire per questa estate o se, come da voci di corridoio, bisognerà aspettare il prossimo anno”. A questa domanda diretta, formulata da Mario Erbetta (Rinascita civica) nel consiglio comunale da poco iniziato, l’assessore all’ambiente, Anna Montini, ha risposto che partirà “entro l’anno” ma non per la stagione estiva, come invece aveva assicurato il presidente di Pmr qualche mese fa. Nella “tarda primavera”, era stata la tempistica annunciata, l’arrivo dei primi mezzi della nuova flotta, ma il servizio sarebbe dovuto partire coi vecchi filobus tra “giugno e luglio”, secondo il presidente Paganelli. Invece per l’estate 2019, stando a quanto si è ascoltato oggi, il taglio del nastro non ci sarà nemmeno con gli autobus alimentati a diesel che si sono visti sul tracciato in fase di collaudo. Una doccia fredda. Anzi gelata. Perché si continua a rinviare. Si allunga ancora il brodo della metropolitana di costa, che ha iniziato il suo percorso negli anni 90. Secondo Vittorio Pieri, assessore regionale ai trasporti dal 1990 al 99, che un grosso peso ha avuto nel “parto” dell’opera, i passeggeri del Trc sarebbero saliti in “carrozza” nel 2000.