Il presidente della Repubblica inaugura il Meeting 2016

Il presidente della Repubblica inaugura il Meeting 2016

Il capo dello Stato a Rimini il 19 agosto, quando si apre la nuova edizione della manifestazione di Cl. Fra gli ospiti di quest'anno anche l'arcivesco

Il capo dello Stato a Rimini il 19 agosto, quando si apre la nuova edizione della manifestazione di Cl. Fra gli ospiti di quest’anno anche l’arcivescovo di Bologna, mons. Zuppi, e nel ricco cartellone degli spettacoli Paolo Cevoli, Gioele Dix e “l’opera ritrovata di William Shakespeare” per la regia di Otello Cenci.

Come anticipato da Rimini 2.0 sabato scorso, sarà il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ad inaugurare il Meeting 2016. L’annuncio ufficiale l’ha dato questa mattina alla anteprima della 37esima edizione, al Chiostro Bramante di Roma, il presidente della Fondazione Meeting Emilia Guarnieri.
Si parte dunque il 19 agosto con il capo dello Stato. Stamattina insieme ad Emilia Guarnieri anche tre dei protagonisti del prossimo Meeting: la cantante ed attrice Tosca, il presidente emerito della Camera Luciano Violante e mons. Silvano Maria Tomasi, arcivescovo e membro del Pontificio Consiglio Giustizia e Pace.
“Appartiene alla tradizione del Meeting affidare la comunicazione dei contenuti alla energia suggestiva della bellezza”. Così Emilia Guarnieri ha introdotto l’interpretazione di Tosca, protagonista della serata inaugurale della XXXVII edizione, venerdì 19 agosto, con lo spettacolo “Un solo Canto”, insieme alla soprano libanese Tania Kassis e la giovane interprete siriana Mirna Kassis, che ha proposto tre brani del suo straordinario repertorio: “Il suono della voce”, “Marzo” e “Rumenia”, introdotti dalla lettura di alcuni passi del poeta portoghese, Fernando Pessoa.“L’esperienza della bellezza – ha detto la presidente Guarnieri – diviene occasione per intuire una positività possibile della vita, per tirare su lo sguardo e spalancarlo sulla realtà. Questa passione per una verità che si comunichi attraverso il bello è anche quest’anno l’anima dello spettacolo inaugurale”.

Luciano Violante si è soffermato sul progetto dedicato ai settant’anni della Repubblica italiana, che al Meeting vedrà sei incontri e una mostra dedicata, dal titolo “L’incontro con l’altro. Genio della Repubblica (1946-2016)”. Un progetto nato da un’intuizione del presidente Violante alla fine del Meeting 2015, constatando il bisogno di memoria, soprattutto nei giovani, della storia della Repubblica.
L’ultimo spunto anticipato oggi è stato quello proposto da mons. Silvano Maria Tomasi sulle grandi sfide che il fenomeno delle immigrazioni pone a tutti noi. Un tema drammaticamente attuale, che al Meeting sarà approfondito e analizzato in molte occasioni e in particolare con la mostra “Ero forestiero e mi avete ospitato”.
“Oggi abbiamo voluto soffermarci su queste tre grandi anticipazioni sul prossimo Meeting – ha detto in conclusione Emilia Guarnieri – con tre amici del Meeting, tre ospiti straordinari che ci hanno fatto entrare di più dentro il titolo di quest’anno Tu sei un bene per me, una affermazione, l’orizzonte di una certezza da scoprire e sperimentare in tutta la sua verità, così semplice, così drammaticamente attuale e al tempo stesso così carica di domande e di provocazioni per ognuno di noi”.
Fra i relatori quest’anno anche l’arcivescovo di Bologna mons. Zuppi, che parlerà delle “nuove sfide della Chiesa italiana”, Silvio Cattarina, fondatore della Cooperativa Sociale “L’Imprevisto”, Giovanni Legnini, vice presidente del Csm e Giovanni Canzio, primo presidente della Corte Suprema di Cassazione per parlare della questione giustizia oggi in Italia, Joseph Weiler, presidente dell’Istituto Universitario Europeo: “Quo vadis Europa?”.

Gli spettacoli
L’evento tutto al femminile “Un solo canto” aprirà il cartellone degli spettacoli del prossimo Meeting. Tosca insieme a Tania Kassis e Mirna Kassis: tre nazionalità e tre voci diverse per un unico show: Italia, Libano (Tania) e Siria (Mirna). Ad accompagnare le protagoniste: Giovanna Famulari /pianoforte, violoncello e voce; Massimo De Lorenzi/chitarre; Ermanno Dodaro/contrabbasso; Rashmi Bhatt/percussioni, Ziad Trabelsi / Oud; Matteo di Francesco / batteria. Lo spettacolo è inserito all’interno del programma della 67° edizione della Sagra Musicale Malatestiana.
Tornano al Meeting anche Paolo Cevoli (sabato 20 agosto ore 21.45 con lo spettacolo “Perché non parli”) e Franco Branciaroli (“La Notte dell’Innominato”, martedì 23 agosto ore 21.45). Domenica 21 agosto il recital per violino e orchestra con Matteo Fedeli e l’accompagnamento di Andrea Carcano. Lunedì 22, ore 21,45, “Semplicemente tango” e il 24 agosto l’attore Gioele Dix approda sul palco di Rimini Fiera con “Diversi come due gocce d’acqua”, dedicato a Renzo Marotta. Si potrà vedere anche “L’opera ritrovata di William Shakespeare” (domenica 21 e lunedì 22), la riscoperta di un testo autografo di William Shakespeare dedicato a Thomas More, mai rappresentato prima in Italia, per la regia del riminese Otello Cenci.