Il sottopasso di via Portofino trasformato in una selva oscura

Il sottopasso di via Portofino trasformato in una selva oscura

Lo scandalo del progetto incompiuto di Marebello, costato oltre 5 milioni di euro, bloccato da circa 14 anni e diventato un luogo di degrado e abbandono. Ecco la documentazione fotografica.

La variante al Prg per il sottopasso ferroviario di via Portofino risale agli inizi del 2000. Nel gennaio di due anni fa anche Striscia la notizia infilò la telecamera in questo “ecomostro marino”, e Brumotti ci fece un giretto acrobatico con la sua bicicletta sull’incompiuto dello scandalo.

La struttura si sta ammalorando in vari parti.

Costato oltre 5 milioni di euro, ultimato circa 14 anni fa, è rimasto a marcire e a riempirsi di vegetazione fino ad arrivare alla situazione che le fotografie documentano oggi. Tutto questo accade a Marebello, zona turistica e densamente abitata.

A fianco di questo sottopasso c’è la fermata del Trc, con una scala (chiusa da una grata in ferro) che per ora si affaccia sul cantiere.

I lavori nel cantiere sono iniziati lo scorso aprile e dovrebbero avere una durata di un anno. “Lavori di completamento del sottopasso di via Portofino e costruzione viabilità”, recita il cartello affisso sul cancello.