Oggi comizio elettoral-referendario di Matteo Renzi a Castel Sismondo: chi paga?

Oggi comizio elettoral-referendario di Matteo Renzi a Castel Sismondo: chi paga?

Oggi alle 19.45 arriva il presidente del Consiglio Matteo Renzi a Rimini. Implora un aiuto per "cambiare l'Italia". Basta un sì, pare. Dove va Matteo

Oggi alle 19.45 arriva il presidente del Consiglio Matteo Renzi a Rimini. Implora un aiuto per “cambiare l’Italia”. Basta un sì, pare. Dove va Matteo Renzi a tenere il suo comizio elettoral-referendario a spese nostre? A Castel Sismondo, gestione Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini. Fa parte della tradizione che Castel Sismondo venga concesso per comizi elettorali, seppure di un premier? Ma, soprattutto, chi paga la discesa in Riviera del capo del governo e segretario del Pd? Stamattina a Castel Sismondo sono entrati anche il sindaco Gnassi e l’assessore Jamil Sadegholvaad, forse per verificare che tutto procedesse bene. L’amministrazione comunale ci mette del suo per l’evento.

La coop. sociale “La Formica” ha steso centinaia di metri di transenne nuove fiammanti, via vai di allestitori per il palco interno, l’audio, le luci, il tappeto blu e così via. E poi forze dell’ordine in servizio dalla mattina: polizia municipale, carabinieri, guardia di finanza. Tutto il castello e attiguo parcheggio (chiuso di sabato, fra l’altro, i riminesi e le attività commerciali del centro ringraziano sicuramente) transennati. Chi paga il conto? A quanto ammonta la spesa? Si spera che almeno i sostenitori del no possano sapere da Palazzo Garampi qual è il costo di questa iniziativa a beneficio esclusivo del sì. Oggi sul palco del cambiamento prenderà la parola anche il sindaco Gnassi, e spiattellerà (stando alle anticipazioni) contenuti da luminare costituzionalista: “Quando a Rimini affrontavamo i problemi del cemento, delle fogne, della viabilità, era un coro di no. Ma se oggi Rimini è una città in profondo e positivo cambiamento, lo si deve al sì pronunciato quella volta”. Sì alle fogne e sì alla riforma costituzionale pari sono.