Agosto molto debole: -3% le presenze estere a Rimini

Agosto molto debole: -3% le presenze estere a Rimini

E la Destinazione Emilia surclassa la Romagna

Scarsa la performance di Rimini. Nei pernottamenti il totale fa registrare -0,8% e sono soprattutto quelli esteri ad essere andati male: -3%, con gli italiani stabili. Anche per quanto riguarda gli arrivi non è andata bene per quelli esteri: -1,5%, italiani 2,1%. In complesso i tre mesi estivi per il capoluogo sono stati una delusione.

Sono stati resi pubblici i dati di arrivi e presenze del mese di agosto. Parliamo di quelli ufficiali, non delle stime dell’Osservatorio turistico. Scarsa la performance di Rimini. Nei pernottamenti il totale fa registrare -0,8% e sono soprattutto quelli esteri ad essere andati male: -3% (509.161), con gli italiani stabili, variazione dello 0% (1.429.886). Anche per quanto riguarda gli arrivi è andata male per quelli esteri: -1,5% (87.229), italiani 2,1% (268.698) e il totale dà 1,2% (1.429.886).

Male agosto anche per Riccione: -1,5 negli arrivi e altrettanti nei pernottamenti. In calo anche Cattolica. Bellaria incrementa gli arrivi (1,5%) e perde nei pernottamenti (-0,1%) seppure di poco.

Valutando l’intero periodo, gennaio-agosto, Rimini indica 1,9% negli arrivi e 0,9% nelle presenze, Riccione 3% e 2,6%, Cattolica 1,8% e 1,2%, Bellaria 0,1% e 0,5%, Misano -0,4% e 1,5%, Santarcangelo 15,7% e 25%, i Comuni collinari -3,5% e -5,2%. Complessivamente la provincia di Rimini si ferma a 1,8% e 1,3%.

Si può dire che per il capoluogo i tre mesi estivi non siano davvero da incorniciare. Giugno: 0,4% negli arrivi e -2% nei pernottamenti, luglio -0,5% e 0,5%, agosto 1,2% e -0,8%. A Riccione ha difettato solo agosto. A Cattolica solo due deboli segni più: gli arrivi di giugno (0,4%) e i pernottamenti di luglio (0,5%).

Quali sono stati i risultati nelle altre due province romagnole della costa? Quella di Ravenna nei primi otto mesi dell’anno si muove in territorio negativo: -1,4% gli arrivi e -0,9% i pernottamenti. In particolare, il comune di Ravenna -2,6% gli arrivi e -1,8% i pernottamenti, Cervia rispettivamente -0,9% e -1%.
La provincia di Forlì-Cesena: -0,5% gli arrivi e 0,6% i pernottamenti. Cesenatico 1,3% e 0,1%, San Mauro 1,9% e 11%, Savignano -2,4% e 1,2%, Gatteo -5,7% e -2,5%.
Se ci spingiamo fino ai lidi di Comacchio il bilancio è ancora peggiore: -1,4% gli arrivi e -2,7% i pernottamenti.
Sono invece le città d’arte in regione ad ottenere incrementi fino a due cifre nello stesso periodo. Bologna: arrivi 7,7%, pernottamenti 11,5%, Parma 0,7% e 8,4%.

Da ultimo uno sguardo con la lente delle destinazioni turistiche: l’Emilia straccia la Romagna. Nel suo insieme la destinazione Romagna (gennaio-agosto) si deve accontentare di due miseri 0,4% (arrivi) e 0,3% (pernottamenti). La destinazione Emilia risponde con 3,9% e 7,5%. La città metropolitana di Bologna con Modena, 5,8% e 8,8%.

I dati regionali, provincia per provincia

Tutti i dati del periodo gennaio-agosto in provincia di Rimini.