Problemi seri per il futuro di Rimini: Mattia Morolli sta pensando di non ricandidarsi

Problemi seri per il futuro di Rimini: Mattia Morolli sta pensando di non ricandidarsi

Sono notizie che rischiano di mandarti di traverso la colazione e rovinarti la giornata. Chi guarda al futuro radioso di Rimini oggi sarà meno sereno.

Sono notizie che rischiano di mandarti di traverso la colazione e rovinarti la giornata. Chi guarda al futuro radioso di Rimini oggi sarà meno sereno. Passi per l’aeroporto, la Fiera, il casino nello sport, la disoccupazione, la lista Pizzolante. Ma c’è un limite anche ai disastri. Il capogruppo del Pd in consiglio comunale, Mattia Morolli (già in veste di artificiere in questa rubrica) dice che è pronto a non candidarsi. Non gli piace l’aria che tira nel Pd, dove si vorrebbe rottamare qualcuno ed altri no. Come se il Pd ai tempi di Renzi e di Gnassi contasse ancora qualcosa. Un dibattito al quale va intestato il merito ad una persona precisa: A(ra)gosta e champagne. Ora, ci saranno cinque liste a sostegno di Gnassi, pari a 160 candidati. E ci trivellate i coglioni con Morolli, Aragosta, Pironi, Allegrini e Gallo?