Un taglio alla Bolkestein: oggi in prima pagina

Un taglio alla Bolkestein: oggi in prima pagina

"Bisogna uscire dalla Bolkestein": così il ministro del Turismo, Centinaio, che ieri è arrivato in fiera. Ha detto anche: "Siamo al lavoro per una proposta completamente diversa, una tassa di soggiorno che sia veramente di scopo". Calano i turisti russi: da maggio a settembre oltre 40mila in meno all'aeroporto di Rimini, che apre il primo ufficio turistico di San Pietroburgo in Italia. Renata Tosi davanti ai giudici per l'invasione del cantiere del Trc. Un anno all’investitore di Hayden.

“Bisogna uscire dalla Bolkestein”. “La linea del governo è dividere la questione canoni dalla questione Bolkestein. Due cose diverse per arrivare in europa più pronti possibile e pià agguerriti, con l’obiettivo di uscire dalla direttiva” (Corriere di Rimini). Così il ministro al Turismo Centinaio ieri in fiera. Sulla sua pagina Facebook il ministro ha scritto: “Lavoriamo con l’obiettivo di uscire da questa direttiva, con la speranza di portare in Europa una proposta CREDIBILE e CONDIVISA entro la fine dell’anno.
Questa è una battaglia di civiltà”.
«La Bolkestein non si può dribblare, deluso dal ministro» (Carlino). Giorgio Mussoni, presidente dei bagnini di Oasi Confartigianato, ieri ha incontrato il ministro e non si dice soddisfatto: «L’impressione è che noi bagnini saremo carne da cannone tra Governo italiano e Unione europea. Questo è un anticipo della campagna elettorale di primavera. Sono molto deluso».
Tassa di soggiorno davvero di scopo. “Siamo al lavoro per una proposta completamente diversa, una tassa di soggiorno che sia veramente di scopo e non utilizzata per coprire i buchi di bilancio di alcuni sindaci. I turisti non devono coprire i buchi di bilancio di alcuni sindaci. I sindaci devono dare servizi, è troppo facile incassare e non fare niente” (Corriere di Rimini). Con queste parole il ministro ha delineato il futuro della tassa di soggiorno.

Calano i turisti russi in Riviera. Per la crisi economica, per il crac di compagnie aeree e tour operator. Lo dimostrano i numeri del ‘Fellini’: da maggio a settembre i passeggeri dalla Russia sono stati 152.768, oltre 40mila in meno rispetto allo stesso periodo del 2017 (193.494). Eppure sono cresciuti quelli da San Pietroburgo, grazie agli accordi stipulati da Airiminum con le autorità locali del turismo: si è passati dai 22.294 del 2017 ai quasi 31mila di quest’anno” (Carlino Rimini). Quindi che fare? Airiminum rafforza il ponte con la città russa, aprendo il primo ufficio turistico di San Pietroburgo in Italia.

“Per l’invasione del cantiere Trc Tosi davanti ai giudici” (Carlino). «Ho raccontato in tutta serenità cosa è avvenuto in quelle occasioni – dice la Tosi – e cioè che eravamo stati chiamati perchè la tensione stava salendo troppo. Siamo stati noi a chiamare carabinieri e polizia municipale, per evitare che si prospettasse una situazione di pericolo per i cittadini. Lo dimostra il fatto che quello stesso giorno ho emesso un’ordinanza urgente per sospendere i lavori nel cantiere. Ma, ripeto, è stato solo per evitare che accadesse qualcosa di grave, l’intenzione non era certo quella di interrompere i lavori».

La sentenza: investì Hayden, condannato a un anno (Corriere di Rimini). “Un anno di carcere con il beneficio della pena sospesa e revoca della patente. Sono le 12,40, quando dopo una lunga Camera di consiglio il giudice, Vinicio Cantarini, legge la sentenza nel processo, con rito abbreviato, che vede alla sbarra il giovane morcianese che il 17 maggio del 2017 investì Nicky Hayden, il pilota statunitense morto dopo cinque giorni di agonia. Il pubblico ministero, Paolo Gengarelli, aveva deciso di non calcare la mano, chiedendo una condanna a un anno e due mesi” (Carlino).